BREATH TEST LATTOSIO.

breath-test-1

Per effettuare il test prenota al 0835331853.

Per intolleranza si intende l’incapacità di digerire il lattosio a causa di un deficit dell’enzima intestinale lattasi (ipolattasia). Per l’utilizzazione del lattosio è sufficiente il 50% dell’attività dell’enzima lattasi.

L’intolleranza al lattosio, cioè il suo mancato assorbimento, determina una serie di sintomi che portano il soggetto all’abolizione dalla dieta del latte e dei suoi derivati. Il lattosio che non viene completamente idrolizzato si accumula nella porzione distale del piccolo intestino, esercitando un effetto osmotico con richiamo di acqua e sodio che porta a diarrea. Nel colon il lattosio viene fermentato dai batteri con produzione di metano, idrogeno, CO2 ed acidi grassi volatili determinando quindi flatulenza, distensione addominale e senso di gonfiore. Le feci diventano acide per la presenza di acidi grassi volatili.

Tale problematica non va confusa con l’allergia al latte, che è una risposta del sistema immunitario correlata ad una reazione avversa alle proteine, che coinvolge numerosi organi ed apparati, in particolare l’apparato respiratorio, il sistema cutaneo ed il tratto gastrointestinale, con manifestazioni variabili.

I sintomi dell’intolleranza al lattosio possono essere confermati dell’impiego di test diagnostici. Il test ad oggi considerato il gold standard è il H2-Breath Test Lattosio dopo somministrazione per via orale di lattosio. Si somministrano quindi, al soggetto, 20-25 g di lattosio (400-500 ml di latte) e si raccolgono i campioni di aria espirata ogni 30 min per 4 ore.

Scarica modulo “PREPARAZIONE AL BREATH TEST LATTOSIO”